Strumenti Utente

Strumenti Sito


legge_e_codice_penale

Codice Penale in gioco

Nel 1828 fu istituito il nuovo corpo di Polizia, la vera e propria Scotland Yard, il cui scopo era anche occuparsi dei crimini comuni e minori, grazie al Police Act. Ironicamente questo era chiamato Breathing Act in quanto si diceva “si potesse finire in carcere anche solo per aver respirato”.

Sempre nello stesso anno un comitato della Camera dei Comuni che investigava sulle cause del crimine, espresse, nel suo rapporto, il parere che il successo dei riformatori nel liberare le prigioni dall'orrore della sporcizia e delle malattie avesse compromesso il valore deterrente delle pene detentive e che la filantropia sminuisse l'efficacia della detenzione. Ci fu un generale inasprimento delle pene, in modo che i 'delinquenti e i poveri' non considerassero queste un rifugio per quando la buona sorte li abbandonava. La detenzione era solitaria, scomoda e tediosa quanto la mente umana può sopportare.

Vita Carceraria

Per chi non era in isolamento: - visite ridotte e minuti contati da un guardiano con la clessidra che aveva il compito anche di ascoltare e riferire ai responsabili. Era proibito portare cibo dall'esterno ai detenuti.

Per tutti gli altri: -Cibo scarso, lavori forzati, ritmi durissimi, impossibilità di comunicare

-Regime del silenzio e/o isolamento: Sono proibiti tutti i discorsi e i gesti. I detenuti dovevano muoversi solo in fila indiana. Viene punito ogni codice di segnali inventato dai detenuti con cenni o battendo.

Lo scopo oltre a rendere infernale la detenzione, serve anche a impedire che ci sia una sorta di fratellanza fra carcerati, che i detenuti pretendano dai nuovi arrivati la riscossione di esazioni ecc…

Se questo falliva le autorità carcerarie avevano a disposizione numerosi altri espedienti per condurre il carcerato alla ragione, compresa la forza. Il digiuno e la limitazione dei privilegi di ricevere lettere e visite o di leggere, indossare maschere per isolamento, camice di forza, celle sotterranee, tutti si dimostrarono strumenti di controllo efficaci quanto le catene e la frusta.

Alcuni sottoposti a isolamento e silenzio per troppo tempo hanno avuto crisi depressive o allucinazioni, altri finirono sono finiti in manicomio.

- Militarizzazione della disciplina carceraria: I comandi ai detenuti erano quelli del linguaggio militare, da parata o da reggimento. Doveva esserci la medesima inflessibilità, uniformi, ecc. Processioni in fila indiana, ispezioni al suono di campane, ordini urlati, appello all'alba e al tramonto, controllo delle celle durante le ore notturne.

Lavori Forzati: I prigionieri in prigioni apposite erano condotti a cavar pietre per opere pubbliche, costruire argini, o a lavorare nei cantieri regi, ecc.

Foglio di via o Libertà Vigilata: Dopo la detenzione per un certo periodo si è in libertà vigilata, dovendosi presentare a un controllo periodico e sono vietate le frequentazioni con gente di malaffare.

Punizioni

In questo regine carcerario opprimente e punitivo quando è necessario per piegare la volontà del carcerato: ferri, pane e acqua, celle sotterranee e frusta, ma soprattutto l'isolamento.

Ruota a Pedali: Si tratta di una forma di lavoro forzato, i detenuti salgono i gradini della ruota facendola girare con i piedi mentre si reggono a una sbarra, macinando solamente aria senza produrre altro risultato. L'inutilità della ruota è di per sè una forma salutare di pena, in quanto monotono deprimente e privo di scopo.

Reati

Reati più comuni:

  • -Vagabondaggio
  • -Disturbo della quiete pubblica
  • -Bracconaggio
  • -Furto minore
  • -Scippo (borsaioli)
  • -Furto con scasso o da una casa (svaligiamenti)
  • -Furto da bancarelle, chiatte e simili
  • -Ubriachezza molesta
  • -Danni a proprietà
  • -Disertori
  • -Debitori
  • -Rissa aggressione
  • -Detenzione Spaccio e uso di sostanze che alterino la percezione.
  • -Atti Osceni in luogo pubblico
  • -Procreazione al di Fuori del Matrimonio: il verdetto sarà deciso dal tribunale in base al caso e alla situazione in cui versano i coinvolti.
  • -Divorzio che può esser praticato SOLO in casi VERAMENTE gravi che devono esser giudicati dal Tribunale

Reati Maggiori Potenzialmente Capitali

Reati per i quali ancora sporadicamente sussiste la pena di morte

  • -furto di navi bestiame e cavalli
  • -furto minore
  • -ritorno dalla deportazione
  • -falsificazione e coniatura
  • -furto con scasso e furto da una casa
  • -stupro
  • -tentato omicidio
  • -Causare/Tentare Aborto: In casi particolari la chiesa valuterà se accettarlo o meno (vedi salute del feto o della madre), ma solo dopo il verdetto si potrà procedere.

Reati Capitali

Sono i reati per i quali è in vigore la pena di morte mediante PUBBLICA impiccagione o altri sistemi sulla forca

  • -omicidio
  • -alto tradimento
  • -pirateria
  • -incendio del palazzo reale

CONCLUSIONE: NEL GIOCO

Il codice penale e la legislazione sono del tutto identiche a quelle reali inglesi. Per semplificare il tutto in gioco cercheremo di sintetizzare, lasciando all'interpretazione dei personaggi e delle autorità i vari aspetti che arricchiranno il tutto. Di base, volendo sintetizzare, sono considerati punibili i crimini elencati già sopra e traducibili in:

-contro la persona -contro le proprietà di un cittadino -contro la sicurezza della città e della Nazione, contro le autorità -Detenzione di Armi da guerra (il porto d'armi può esser acquistato alla Yard ma non per tutte le armi, sono concesse solo le armi presenti nel mercato ufficiale, altre armi reperite in gioco NON SARANNO LEGALI ) E' consentito utilizzare armi legalmente detenute per difendere se stessi e/o altri se si è in pericolo di vita.

Questi individui arrestati vengono sottoposti al giudizio di un Tribunale, hanno diritto ad un avvocato (anche PNG) e il processo è in un unica istanza da svolgersi in game in ambient-quest, il tribunale quindi potrà decidere:

-il rilascio del detenuto, con o senza multa dato lo stato di sovraffollamento delle carceri. -il proseguimento della detenzione fino a una data precisa -pena capitale per i reati maggiori (non sempre applicata)

PORTO D'ARMI

In considerazione dello stato di continuo pericolo in cui versa il mondo attuale, qualunque Cittadino di età superiore ai 16 anni, che sia libero da divieti governativi, può acquistare, detenere e portare liberamente Armi vendute dal regolare mercato cittadino, DOPO l’acquisto del porto d’armi. Ogni locale ha la facoltà di richiedere il deposito delle armi all'ingresso perché esse non vengano portate all'interno di edifici governativi, esercizi commerciali ecc.

legge_e_codice_penale.txt · Ultima modifica: 2019/05/03 15:29 da lars